Di seguito alcuni titoli di giornale e commenti dei protagonisti a fine gara.
– Corriere dello Sport: SUPER PESCARA “Manita esagerata e paga il Genoa – sciopero dei tifosi: gli ultras abruzzesi disertano, quelli rossoblù se ne vanno
Corriere dello Sport: ZEMANLANDIA “Proviamoci” il Boemo: La prima gara è venuta bene, ora i …gradoni – Non ho la bacchetta magica ma ci si può lavorare
– Gazzetta dello Sport: ALL’ADRIATICO SI BALLA – Caprari come un rock – Il genoa esce suonato
– Gazzetta dello Sport: ZEMANITA – Arriva il Profeta il Pescara risorge “Salvezza o no, ora ci divertiamo”
– IL Centro: EFFETO ZEMAN CICLONE PESCARA – Squadra trasformata dal boemo e liberata mentalmente dalle ansie i difetti si trasformano in pregi: Genoa travolto con una cinquina
– Il Centro: TRIONFO BOEMO – l tecnico dopo la “mania ” al Genoa “ho solo dato le basi, i giocatori hanno risposto e possiamo solo migliorare. Cerri? Sono sorpreso …”
– Il Messaggero: PESCARA FINALMENTE – Il debutto di Zeman coincide con la prima vittoria di stagione: travolto il Genoa con un clamoroso 5-0 – Applausi per i biancazzurri che hanno regalato momenti di ottimo calcio. In gol tutto il tridente
– Il Messaggero: ZEMAN: “LA SALVEZZA? E’ ANCORA PRESTO MA …” – I giocatori hanno dato tutto ora è importante che questi tre punti ci diano fiducia e voglia di lavorare. Restare in serie A? Non dipende solo da noi”

#STENDARDO86
“Non abbiamo risolto nulla, ma era importante dimostrare che non eravamo quelli degli ultimi tempi” – Così Guglielmo Stendardo nel mix Zone di Pescara Genoa – “A volte la prestazione è perfino più importante della vittoria in se, perché il risultato può essere casuale la prestazione no. Questa è benzina che ora dobbiamo far fruttare”.
Bene l’attacco ma una difesa con 0 gol subiti era da tanto che non si registrava in casa Pescara. “Prendevamo parecchi gol su palle inattive, perciò ll mister ha deciso di metterci a zona e in un certo modo. Oggi ha funzionato, ma ora sta a noi perfezionare alcuni meccanismi – Il centrale biancazzurro prosegue sulla forza del gruppo – Dobbiamo mantenere concentrazione e motivazioni sempre. Oggi ci ha aiutato molto anche Cerri, con la sua fisicità. Perché alla fine nel calcio tutto passa per il collettivo, nel sapere che si è parte di una squadra, dal cui destino non si prescinde. Quindi aiutarsi e sacrificarsi per il compagno per la maglia resta la principale qualità da mettere on campo”.

#CERRI20 

“Ho lavorato per farmi trovare pronto e sono felice di aver contribuito a questo risultato – così si esprime Alberto Cerri nei corridoi mix zone nel finale di gara Pescara Genoa – il mister è arrivato e ci ha dato una scossa, forse quella che ci serviva, ma la verità è che non abbiamo fatto molto di nuovo ma ci siamo solo liberati dal peso che avevamo in testa. Ultimamente eravamo davvero troppo pesanti – il gigante buono del delfino poi prosegue sui gol realizzati – Il primo è stato intuito e volontà – caparbietà aggiungiamo noi – con pizzico di fortuna (sorride) ho visto lo spazio dietro Burdisso e ho pensato che Bruno poteva darla solo là. Poi quando ho superato il portiere ho cercato la porta, si l’ha toccata il difensore ma io sento che è mio. Il secondo? Una bella azione di Zampano che l’ha messo benissimo in mezzo, dovevo solo spingerla dentro”.
“In tutto bisogna mettere cuore e testa, così mi ha insegnato la mia famiglia. E spero di ripagarli”.

#CAPRARI17
“Cambio soprattutto nella testa e poi abbiamo dato tutto – le prime parole di Gianluca Caprari al termine della gara – in campo ci siamo preoccupati solamente di fare quello che ci ha chiesto il mister, cose semplici cercando di dimostrare che non siamo qui per caso. Finalmente è arrivata questa vittoria che diventa importante e che ci serve per andare avanti, con l’obbligo di crederci fino in fondo. Lo dobbiamo alla gente, alla squadra ma soprattutto a noi – sul cambio in panchina poi prosegue – felice per il ritorno di mister Zeman ma non dimentichiamo mai che anche mister Oddo ci ha dato tanto e soprattutto a me”.

delfinette